Furti indirizzi mail: dopo LinkedIn adesso anche Yahoo. Chi si salva?

Pubblicato: 21/07/2012 in CRM, e-commerce, reputazione, social media, statistiche
Tag:, ,

Riprendo l’articolo de Il Sole 24 Ore:

Yahoo conferma il furto di circa 400mila indirizzi di posta elettronica e password, ma meno del 5% delle parole chiave è ancora in funzione: sono in corso procedure per avvisare gli utenti di sostituirle. Provengono da un file della piattaforma Yahoo contributor network. A sottrarre i dati è stato il gruppo di pirati informatici D33D Company che ha pubblicato in seguito le informazioni sul web. La tecnica adoperata per l’incursione è la “Sql injection”.

Secondo le prime rilevazioni gli indirizzi email provengono anche da altri fornitori di servizi di posta elettronica come Gmail, Aol, Hotmail.

In particolare, la società di sicurezza digitale Eurosecure afferma che le password più utilizzate nella lista di account rubati sono “123456” e “password”: più volte in precedenti ricerche sui rischi online è stato sottolineato di non utilizzarle perché sono molto comuni. Per chi vuole controllare Sucuri Labs ha aperto una pagina web, dove è possibile verificare se il proprio indirizzo risulta nell’elenco delle email sottratte.
Per avere alcuni consigli su come proteggersi leggete questo articolo.
About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...