Archivio per la categoria ‘esperienza’

Sta diventando una moda, sarà solo di passaggio, chi sa che cos’è il native advertising?

Nel mondo del marketing e della comunicazione digitale c’è sempre spazio per nuove realtà, nuovi studi ed esperienze.

Nell’era in cui si punta a far vivere un’esperienza al nostro cliente ecco che anche la pubblicità tradizionale deve lasciar spazio a qualcosa di più moderno, innovativo e meno intrusivo!

Parliamo infatti di Native advertising e iniziamo dal fondo, ossia ci affidiamo al report di BI Intelligence in cui si evidenzia il peso di questa nuova tendenza. Pare infatti che entro il 2018 arriverà ai 21 miliardi di dollari.

marketing, social media, advertising

(altro…)

Facendo marketing da tanti anni ho apprezzato l’evoluzione che c’è stata tra offrire un servizio ai clienti a far vivere un’esperienza ai clienti.

Certo, non tutti ancora sono in grado di gestire questo passaggio, ma è il futuro.

Su Forbes ho trovato questo breve video in cui spiegano la differenza.

Servizio al cliente: quando l’azienda offre un servizio perché deve, non necessariamente perché è qualcosa su cui vuole investire. E’ costretta.

Esperienza al cliente: quando l’azienda considera tutto ciò che il cliente vuole, i gusti, gli odori, ciò che sente, vede, tutto ciò che comporta un’esperienza con il marchio. L’atteggiamento di “Voglio essere qui”, piuttosto che “Devo essere qui.”

E’ una netta differenza che porta ad un risultato completamente diverso.

Pensate a quando entrate in un negozio e non vi prestano attenzione perché magari sono al cellulare a parlare delle loro cose. Adesso cercate di ricordare se avete comprato. Probabilmente no.

Diverso invece quando vi sentite al centro della loro attenzione, vi consigliano, senza “starvi addosso”, ma vi seguono nel vostro percorso di scelta, vi ascoltano e si mettono a vostra disposizione.

Ecco, in questo caso sono sicura che avrete comprato, e se non lo avete fatto, tornerete a guardare di nuovo all’interno di quel negozio.

Il marketing esperienziale lascia un vero segno nelle persone.

Tra i vari modi per coinvolgere i clienti potenziali e non: le conferenze, le fiere e i webinar sono sicuramente i più utilizzati. Ma non è solo una sensazione, lo riporta anche una ricerca fatta nel mese di agosto e settembre 2015 da Demand Metric e Attend su 202 imprese (68% B2B, 11% B2C, il 21% misto) che ha così sintetizzato:

marketing, eventi

  • circa l’80% delle imprese intervistate dichiara di tenere o partecipare a conferenze,
  • il 69% tenere / frequentare alle fiere,
  • e il 55% partecipa ai webinar.

Altri tipi di eventi sono gli eventi partner (44% coinvolti), gli eventi aziendali (39%), e gli incontri di gruppo fra utenti (29%). (altro…)

La relazione tra i clienti e le aziende non è più la stessa. Nuovi strumenti, nuovi stimoli, maggiore concorrenza, e lo stesso consumatore si è evoluto nel tempo, diventando sempre più esigente e con aspettative sempre maggiori (circa il 55% afferma che le loro aspettative sono aumentate nel corso degli ultimi tre anni).

Sempre il 55% dei consumatori dice che ha cambiato almeno una società durante lo scorso anno a causa dello scarso servizio clienti.

La tecnologia, infatti, ha permesso di raggiungere sempre più informazioni ma anche di confrontarsi e così, tra crowdsourcing, video tutorial, e le comunità online, i consumatori probabilmente oggi ne sanno molto di più sui prodotti e servizi rispetto ai rappresentanti del servizio clienti di una società. Inoltre, i consumatori preferiscono condurre e completare una interazione per conto proprio.  (altro…)

Oggi voglio parlare di come le aziende partecipano alle fiere.

Sono stata di recente in una fiera specifica di un settore automotive ed ho visto delle cose assurde, credendo che ad oggi non fosse più possibile fare certi errori.

Evitando di menzionare le aziende in questione, mi limiterò a suggerire alcuni punti su cui riflettere.

1. Partiamo dagli obiettivi 

Come sempre dobbiamo avere una strategia e degli obiettivi chiari, quindi rispondete alla domanda: cosa sperate di ottenere in fiera?

  • Siete interessati a generare più contatti?
  • Volete trasformare i potenziali clienti in una quantità uguale di vendite, o cinque volte il ritorno sull’investimento?
  • Volete semplicemente mostrare il vostro prodotto o servizio per renderlo accessibile a più persone?

I vostri obiettivi sono fondamentali per la riuscita di una fiera e vanno tenuti ben a mente. (altro…)

Mi capita spesso di partecipare a convegni e presentazioni, e credo che ogni tanto valga la pena di ricordarsi alcune regole di come si parli in pubblico.

public speakingA tal proposito ho trovato questa infografica che in 9 passi spiega i punti salienti per non sbagliare, redatta da London Speaker Bureau.

Per prima cosa, assicuratevi di pianificare un VERO discorso: rilevante (per il pubblico), eloquente, articolato, e preparato.

Anche il titolo, ha un suo peso, quello giusto può aiutare a concentrarsi sul focus del discorso.

Ricordate di inserire intuizioni, fatti e cifre, e benefici per i partecipanti. «Tu sei l’esperto”, afferma London Speaker Bureau, “Allora, offri cose che non conoscono.”

Trova ulteriori suggerimenti controllando l’infografica: (altro…)