Archivio per la categoria ‘social media’

Sta diventando una moda, sarà solo di passaggio, chi sa che cos’è il native advertising?

Nel mondo del marketing e della comunicazione digitale c’è sempre spazio per nuove realtà, nuovi studi ed esperienze.

Nell’era in cui si punta a far vivere un’esperienza al nostro cliente ecco che anche la pubblicità tradizionale deve lasciar spazio a qualcosa di più moderno, innovativo e meno intrusivo!

Parliamo infatti di Native advertising e iniziamo dal fondo, ossia ci affidiamo al report di BI Intelligence in cui si evidenzia il peso di questa nuova tendenza. Pare infatti che entro il 2018 arriverà ai 21 miliardi di dollari.

marketing, social media, advertising

(altro…)

Durante il Master in marketing e comunicazione digitale che ho tenuto per conto di ANFIA, ho fatto un’indagine nella platea per capire chi si occupasse in azienda delle attività di social media.

The Creative Group  ha indotto un sondaggio nel 2015 sottoponendo questa domanda ai dirigenti di marketing e pubblicità con sede negli USA, e dalla ricerca risulta che: marketing, social media (altro…)

La relazione tra i clienti e le aziende non è più la stessa. Nuovi strumenti, nuovi stimoli, maggiore concorrenza, e lo stesso consumatore si è evoluto nel tempo, diventando sempre più esigente e con aspettative sempre maggiori (circa il 55% afferma che le loro aspettative sono aumentate nel corso degli ultimi tre anni).

Sempre il 55% dei consumatori dice che ha cambiato almeno una società durante lo scorso anno a causa dello scarso servizio clienti.

La tecnologia, infatti, ha permesso di raggiungere sempre più informazioni ma anche di confrontarsi e così, tra crowdsourcing, video tutorial, e le comunità online, i consumatori probabilmente oggi ne sanno molto di più sui prodotti e servizi rispetto ai rappresentanti del servizio clienti di una società. Inoltre, i consumatori preferiscono condurre e completare una interazione per conto proprio.  (altro…)

Ultimamente sono alla ricerca di numeri legati al marketing B2B, e a tal proposito ho trovato una relazione basata sui dati di un sondaggio fatto a 135 professionisti di marketing, vendite e servizi business che lavorano in aziende di varie dimensioni (il 16% lavora in imprese; il 30% in aziende di medie dimensioni, il 54%, in aziende con meno di 50 dipendenti) riguardati la tecnologia del marketing.
marketingando, marketing b2bIniziamo quindi a vedere da un punto di vista di budget come come si orientano nel prossimo futuro.

Per quasi due terzi (65%) delle aziende B2B si prevede un aumento del budget legato alla tecnologia di marketing. Di questi:

  • il 46% dice che aumenterà leggermente nel prossimo futuro
  • il 19% si aspetta un aumento significativo
  • il 29% non si aspetta alcun cambiamento
  • e il 6% prevede una diminuzione.

(altro…)

Il tema dei contenuti, è sicuramente tra i temi chiave di una buona campagna social media marketing. Ma come si fa a misurare contenuti di successo nel marketing B2B?

Quale metrica, quali tattiche dobbiamo usare per aumentare l’efficacia dei contenuti?

L’Istituto Content Marketing ha condotto una ricerca nel Nord America per rispondere a questi quesiti.

L’Efficacia del Content Marketing 

marketing, marketingandoSolo il 44% dei marketers B2B afferma che nella loro organizzazione è chiaro cosa significa un programma di contenuti di marketing efficaci e di successo. Ovviamente queste aziende avranno maggior successo di riuscita.

(altro…)

Chi ha un blog o scrive delle newsletter ha generalmente una sezione in cui si chiede alle persone di abbonarsi.

Bene, ma dal momento in cui la persona si iscrive, cosa succede!??!

“Congratulazioni, avete nuovi abbonati”. 

Chiaramente è l’inizio di un rapporto epistolare. Quindi prima cosa da fare è inviare una e-mail di benvenuto!

Molti siti hanno già delle formule pre-impostate per cui non è necessario farlo one to one.

Ma qual è la call to action della vostra mail!?!?

  • Aggiungere la parola vendita nell’oggetto pare faccia aumentare i tassi di apertura del 23,2%.
  • Altre parole da usare nella riga dell’oggetto sono notizie, bollettino, e video. Mentre da escludere le parole rapporto e webinar.

In merito al testo dell’e-mail, è importante scrivere qualcosa di convincente che eviti la cartella spam, soprattutto quando si cerca di generare click-through verso il sito web.

Allora, vi invito a leggere i link allegati e l’infografica fornita da EasySMPT.

(altro…)