I webinar sono davvero un’ottima strategia di marketing per generare lead,  sono un’eccellente piattaforma per comunicare e interagire con i clienti e possono essere un’ arma segreta per instaurare ottimi rapporti con i clienti.

Cosa spinge le persone a partecipare ad un webinar è l’esperienza, il valore che viene fornito grazie agli approfondimenti e ai suggerimenti utili che gli utenti non troverebbero da nessun’altra parte. Al contempo si rafforza il rapporto col cliente.

Per creare un buon webinar è necessario però seguire alcuni accorgimenti:

1. Impegno – Organizzare un webinar, comporta numerosi cicli di e-mail promozionali e follow-up dei partecipanti. Per non deluderli bisognerà che vengano adeguatamente coinvolti durante il corso. Il coinvolgimento è davvero la chiave per rendere un webinar di successo. Ad esempio le sessioni di domande e risposte sono un ottimo modo per costruire relazioni con i partecipanti, per far capire che siamo interessati ai loro commenti, per aiutarli, e far sentire i clienti speciali. Ciò aiuta a rafforzare la fedeltà e a costruire relazioni. Oppure fornire ai partecipanti un elenco di risorse che possono scaricare risulta vincente per creare relazioni.

 

2. Formazione – I webinar possono essere utilizzati anche per condurre sessioni di formazione. Quando i clienti acquistano dei prodotti nuovi o altamente tecnologici, amano ricevere una formazione su come utilizzarli in modo efficace. Questo è particolarmente sentito per i prodotti tecnici e B2B. A differenza del tutorial pre-registrato che non consente agli utenti di interagire, l’utilizzo di webinar per “addestrare” i clienti sulle funzionalità del prodotto o sulle best practice per l’utilizzo può risultare più vantaggioso.

 

 

 

 

E’ inoltre consigliato richiedere un feedback dei partecipanti. Inviare loro un sondaggio per chiedere quanto sia stata efficace la formazione e includere domande su ciò che ritengono di poter fare meglio è molto utile.

Oppure coinvolgere gli utenti attraverso un sondaggio. Le piattaforme di webinar generalmente includono questa funzionalità.

Anche i video sono un ottimo strumento che può rendere un webinar di formazione più interattivo e impattante. Clip video, streaming o condivisione dello schermo possono rendere la sessione più attraente e intuitiva.

I professionisti delle comunicazioni aziendali e delle pubbliche relazioni dicono che impegnarsi in una narrazione migliore è la tattica / tendenza che sarà più importante nel prossimo anno.

Secondo un sondaggio (di Sword and the Script Media e Job of the Week di Ned Lundquist) condotto nel febbraio 2018 tra 155 responsabili della comunicazione aziendale e professionisti delle pubbliche relazioni,  la narrazione (79%) è la tendenza / tattica che sarà più importante nei prossimi 12 mesi.

Il content marketing (71%) si posiziona al secondo posto, seguito dalla leadership di pensiero (67%), allineandosi con Marketing e influencer marketing.trends-sword-120418

Leggi il seguito di questo post »

In un era in cui si va tutti verso i siti responsive, ecco che le difficoltà iniziano all’interno degli uffici per capire quali siano le disposizioni e i colori migliori da utilizzare per meglio attirare l’attenzione.

Il branding passa anche attraverso i colori, e sarebbe un peccato non valutarli con senso critico. Colori diversi possono innescare emozioni diverse, e possono aiutare, o ostacolare, la capacità di distinguersi.

Quindi, quale sarà la combinazione di colori giusta per le vostre necessità?

L’infografica che segue dà molti spunti interessanti…

Leggi il seguito di questo post »

Nella pianificazione del marketing digitale bisogna tener conto di molti aspetti e tra questi la parte più onerosa in termini di costi e tempo è sicuramente quella dei contenuti.

Nel mondo B2B, la creazione di contenuti non è sempre così immediata – non sempre significa solo scrivere qualcosa sperando che abbia successo. Cosa si può fare per rendere il nostro contenuto più rilevante, più facile da trovare, e più educativo per un potenziale acquirente?

Quanto più si presta attenzione a questi dettagli, tanto più è possibile semplificare il modo in cui si crea il contenuto e meglio indirizzare il vostro approccio. Dal momento che il settore B2B è già estremamente competitivo, più si può differenziare il contenuto da altri, meglio è.

Ecco alcuni suggerimenti su come è possibile migliorare i contenuti nel 2017.

b2b1. Più Marketing Automation

Il marketing automation sta per diventare l’affare più grande del 2017, anche se è certamente cresciuto notevolmente nel corso del 2016. Che si tratti di contenuti da inviare tramite e-mail, sul sito web o sui social media, gli strumenti di automazione consentono di ottenere contenuti pronti quando non si ha tempo per farlo manualmente. Leggi il seguito di questo post »

Twitter è uno dei tool più seguiti al mondo. E ‘anche uno dei più fraintesi, perché è diverso da molte delle piattaforme social disponibili, in quanto il suo obiettivo è quello di creare una conversazione pubblica e favorire l’esposizione.

imgres.png

Seguiamo 9 passi per avere un profilo efficace.

 

1. Creare un nome utente che identifichi il business

Qualunque cosa scegliate, assicuratevi che il @nome Twitter si riferisca alla vostra attività, dato che aiuterà gli altri ricordare chi siete.

2. Costruire un profilo efficace Leggi il seguito di questo post »

 

Quando si fa una pianificazione di una campagna marketing non bisogna dimenticare i quattro pilastri della performance di marketing e delle campagne pubblicitarie, migliorerà le probabilità di successo.

1. Pubblico
La vostra campagna di marketing dovrebbe essere focalizzata su un pubblico derivante da una varietà di canali attratti dal vostro marchio. Tuttavia, l’identificazione e la localizzazione dei consumatori giusti può essere difficile in quanto i dati spesso sono suddivisi tra diverse fonti. Per comprendere appieno i clienti, consiglio di attingere da diverse fonti di informazioni (ad esempio, il traffico on-line, registrazione del cliente, e fonti offline). E ‘una buona idea guardare alcune categorie come: professione, affinità, stile di vita, tendenze politiche, e altri interessi per capire quali prodotti e servizi possono essere più azzeccati.

Leggi il seguito di questo post »

Pianificare gli sforzi di marketing digitale per il prossimo anno non è sempre facile. Borenstein Group, offre alcuni consigli sui migliori trend per il 2017.

“È il momento di rivalutare e riequilibrare l’approccio digitale per la vostra azienda”, scrive Gal Borenstein nella sua introduzione a un infografica che espone tali tendenze.

Leggi il seguito di questo post »