Archivio per la categoria ‘customer satisfaction’

Il marketing dei contenuti è incentrato sulla creazione e distribuzione di contenuti validi, pertinenti e coerenti per attrarre e trattenere un pubblico chiaramente definito e, per guidare una proficua azione dei clienti. Rientra tra le attività del marketing strategico.

Gli addetti al marketing dei contenuti pubblicano post sul blog, e-book, articoli, infografiche, immagini e qualsiasi cosa gli utenti trovino avvincente e motivante con l’obiettivo di creare consapevolezza e fiducia. Invece di lanciare i nuovi prodotti direttamente al lettore¬†forniscono informazioni utili che risolvono i problemi del potenziale cliente.

Questo obiettivo si potrebbe ottenere anche attraverso la native advertising.

Il content marketing è principalmente guidato da media proprietari, come la newsletter e il blog del brand, il cui tono è coerente nei contenuti. I vantaggi del content marketing si possono riassumere in:

Relazioni durature: il content marketing √® “generato dalla propriet√†”, il che significa che si possiede e si controlla, attirando e alimentando lead con i contenuti. Si costruisce familiarit√† e lealt√†, posizionando ulteriormente il brand come leader del settore.
Mirato: gli articoli content marketing possono essere inseriti nelle directory degli articoli e nel sito Web del marchio, consentendo ai team di marketing di controllare la distribuzione dei contenuti e quindi creare una rete di raccolta dei lead molto pi√Ļ ampia.
Permanente: i contenuti posizionati sulle piattaforme del brand diventano una parte permanente dell’ecosistema online, guidando la consapevolezza e il traffico per anni. Inoltre, il content marketing non dipende da una spesa pubblicitaria mensile con nessun editore.
SEO: quando si controlla il contenuto, si conosce dove portano i link e si trasmettono verso link preziosi.
Pi√Ļ parole chiave: la pubblicazione continua di post sul sito genera un numero di parole chiave per cui il sito si classifica. Questo, a sua volta, guida un maggior traffico di ricerca organico, che ha il ROI pi√Ļ alto di qualsiasi altra tecnica di marketing.

A questo punto fate in modo che i messaggi siano anche coerenti, consistenti, continui e complementari.

change-adobe-270818

 

I webinar sono davvero un’ottima strategia di marketing per generare lead,¬† sono un’eccellente piattaforma per comunicare e interagire con i clienti e possono essere un’ arma segreta per instaurare ottimi rapporti con i clienti.

Cosa spinge le persone a partecipare ad un webinar √® l’esperienza, il valore che viene fornito grazie agli approfondimenti e ai suggerimenti utili che gli utenti non troverebbero da nessun’altra parte. Al contempo si rafforza il rapporto col cliente.

Per creare un buon webinar è necessario però seguire alcuni accorgimenti:

1. Impegno –¬†Organizzare un webinar, comporta numerosi cicli di e-mail promozionali e follow-up dei partecipanti. Per non deluderli bisogner√† che vengano adeguatamente coinvolti durante il corso.¬†Il coinvolgimento √® davvero la chiave per rendere un webinar di successo. Ad esempio le sessioni di domande e risposte sono un ottimo modo per costruire relazioni con i partecipanti, per far capire che siamo interessati ai loro commenti,¬†per aiutarli, e far sentire i clienti speciali. Ci√≤ aiuta a rafforzare la fedelt√† e a costruire relazioni. Oppure fornire ai partecipanti un elenco di risorse che possono scaricare risulta vincente per creare relazioni.

 

2. Formazione –¬†I webinar possono essere utilizzati anche per condurre sessioni di formazione. Quando i clienti acquistano dei prodotti nuovi o altamente tecnologici, amano ricevere una formazione su come utilizzarli in modo efficace.¬†Questo √® particolarmente sentito per i prodotti tecnici e B2B. A differenza del¬†tutorial pre-registrato che non consente agli utenti di interagire, l’utilizzo di webinar per “addestrare” i clienti sulle funzionalit√† del prodotto o sulle best practice per l’utilizzo pu√≤ risultare pi√Ļ vantaggioso.

 

 

 

 

E’ inoltre consigliato richiedere un feedback dei partecipanti. Inviare loro un sondaggio per chiedere quanto sia stata efficace la formazione e includere domande su ci√≤ che ritengono di poter fare meglio √® molto utile.

Oppure coinvolgere gli utenti attraverso un sondaggio. Le piattaforme di webinar generalmente includono questa funzionalità.

Anche i video sono un ottimo strumento che pu√≤ rendere un webinar di formazione pi√Ļ interattivo e impattante. Clip video, streaming o condivisione dello schermo possono rendere la sessione pi√Ļ attraente e intuitiva.

 

Quando si fa una pianificazione di una campagna marketing non bisogna dimenticare i quattro pilastri della performance di marketing e delle campagne pubblicitarie, migliorerà le probabilità di successo.

1. Pubblico
La vostra campagna di marketing dovrebbe essere focalizzata su un¬†pubblico derivante da una variet√† di canali attratti dal vostro marchio. Tuttavia, l’identificazione e la localizzazione dei consumatori giusti pu√≤ essere difficile in quanto i dati spesso sono suddivisi tra¬†diverse fonti. Per comprendere appieno i clienti, consiglio¬†di attingere da diverse fonti di informazioni (ad esempio, il traffico on-line, registrazione del cliente, e fonti offline).¬†E ‘una buona idea guardare alcune categorie come: professione, affinit√†, stile di vita, tendenze politiche, e altri interessi per¬†capire quali prodotti e servizi possono¬†essere pi√Ļ azzeccati.

(altro…)

Continuiamo con i suggerimenti dei trend legati all’e-commerce nel 2016.

Dopo aver visto la prima parte, ecco altri spunti interessanti tra tecnica e marketing.

9. Compatibilità con i cellulari 
Se il tuo sito non è mobile friendly, starai probabilmente perdendo il 50% dei tuoi destinatari. Quindi, la compatibilità con il dispositivo mobile è fondamentale per il successo.

10. Programmi di fidelizzazione online
Un evergreen direi. Ma questa volta toccano il metodo di pagamento attraverso le¬†carte di credito. La sicurezza di acquisto online √® notevolmente migliorata negli anni¬†e permette quindi di fidelizzare ancora di pi√Ļ i clienti.

11. Le vendite Flash 
Questo non √® un concetto nuovo, ma le vendite flash sono diventate un’aspettativa dei clienti on-line per lo pi√Ļ durante le occasioni speciali, e dura da poche ore a qualche giorno. Se il vostro sito √® ottimizzato per i cellulari, pi√Ļ clienti saranno in grado di avere un accesso pi√Ļ rapido e pi√Ļ facile al vostro¬†negozio, aumentando cos√¨ le vendite.¬† (altro…)

Oggi sempre pi√Ļ si parla di¬†e-clienti. Le modifiche ai comportamenti d’acquisto e la tecnologia hanno stravolto il concetto di¬†negozio.¬†Far vivere un’esperienza ai¬†clienti on-line per soddisfare le loro aspettative diventa¬†un impegno sempre pi√Ļ attivo.¬†Ma su quali leve bisogno puntare? Come √® cambiato l’e-commerce nel tempo?

All’inizio dell’anno¬†ci si domanda sempre come migliorare le vendite on-line. Ecco quindi alcuni spunti¬†sulle tendenze e-commerce per il 2016.

1. Generare le vendite prevedibili
I¬†marchi pi√Ļ affermati sanno bene che questo √® il modo perfetto per aumentare¬†significativamente il lifetime value dei clienti e generare entrate prevedibili. Si parte da un’analisi dei prodotti acquistati regolarmente dai clienti, e¬†si offre loro¬†la possibilit√† di sottoscrivere una consegna mensile, che dovrebbe arrivare poco prima della fornitura¬†a un cliente “normale”.

Un esempio: Amazon promuove l’opzione “Iscriviti e Salva” per i potenziali clienti che desiderano ricevere i prodotti preferiti periodicamente con quasi il 15% di sconto sul¬†loro ordine totale.

2. Investire nel Content marketing e nello story telling
Questa tecnica richiede tempo, ma produrre¬†blog, immagini e video senza promuovere le loro storie di brand √® un vero peccato. Un sacco di progetti non ha mai raggiunto il pubblico giusto, perch√© non si √® capita¬†l’importanza della condivisione, rendendo virale un video, promuovendo dei contenuti¬†e delle¬†storie di ispirazione ai¬†potenziali clienti.

3. Sinergia tra i negozi offline e le vendite online
I clienti che possono toccare, sentire e utilizzare il¬†prodotto prima di poter acquistare sono¬†pi√Ļ promettenti¬†a ordinare i prodotti online e ritirare o restituire in-store. Molti gruppi stanno andando in questa direzione. (altro…)

Dopo aver compreso chi sono i vostri clienti e come amano comunicare andiamo al passo successivo. Ricordatevi sempre il valore che hanno per il vostro business.

I passi successivi sono:

2. Fornite contenuti interessanti

Questo è un tema che mi sta particolarmente a cuore. Ho fornito diversi consigli e continuerò a farlo.

Le campagne di marketing saranno sempre pi√Ļ integrate al cellulare, e questo grazie alla misurazione¬†del ‚Äč‚ÄčROI e alla¬†creazione di valore di questo potente strumento. √ą possibile coinvolgere¬†la clientela¬†suo nostro contenuto¬†web tramite dispositivo mobile utilizzando varie tattiche, tra cui:

  • Create messaggi semplici, brevi¬†e¬†mirati
  • Create contenuti personalizzati in grado di offrire ai clienti fatti unici, consigli o benefici¬†che li aiutino nella loro scelta

(altro…)

 

Ci sono molte aziende che ancora non si sono affacciate al social media marketing. Ignorando questo canale, le aziende perdono una grande opportunit√† per entrare in contatto con i clienti attuali e potenziali, catturare l’interesse e generare lead di vendita.

L’integrazione del mobile nella strategia di marketing pu√≤¬†essere fatta gradualmente, dando un segno della propria esistenza nel mondo digitale.

Potete seguire questi passi per iniziare:
1. Mostrate ai vostri clienti che vi interessano

Secondo un sondaggio mBlox, solo il 36% dei consumatori dice che le aziende forniscono un servizio al cliente e li coinvolgono in modo corretto. Al contrario, il 73% delle aziende pensa di fornire grande attenzione al cliente. Questo divario tra azione e percezione potrebbe essere colmato utilizzando le comunicazioni via mobile.

Una volta che il business pone l’accento sul mobile marketing √® importante considerare la demografia della clientela, comprese le loro preferenze di comunicazione personali. (altro…)