Archivio per la categoria ‘statistiche’

A tutti i social media marketing, serve conoscere i numeri per misurare le varie campagne.

Ma quali strumenti di monitoraggio dei social media, piattaforme di CRM, strumenti SEO / SEM e servizi di posta elettronica vengono utilizzati dalla maggior parte delle agenzie di marketing e pubblicità?

social-mirrenrsw-210616.jpg

Mirren Business Development e RSW hanno condotto un sondaggio tra marzo e aprile del 2016 su¬†227 dirigenti (presidente, CEO, COO, ecc) di¬†agenzie di pubblicit√† o societ√† di servizi di marketing con sede negli Stati Uniti. Il¬†34% delle agenzie intervistate, hanno meno di 25 impiegati, il 25% ha 26-50¬†impiegati, e il resto, ha pi√Ļ di 51 impiegati.

Tra gli¬†strumenti di monitoraggio / Automazione dei¬†social media¬†HootSuite √® lo strumento pi√Ļ popolare (utilizzo 70%), seguito da Sprout social (29%) e Klout (27%).

(altro…)

Tra i vari modi per coinvolgere i clienti potenziali e non: le conferenze, le fiere e i webinar sono¬†sicuramente i pi√Ļ utilizzati. Ma non √® solo una sensazione, lo riporta anche una ricerca fatta nel mese di agosto e settembre 2015 da¬†Demand Metric¬†e¬†Attend¬†su¬†202 imprese (68% B2B, 11% B2C, il 21% misto) che ha cos√¨ sintetizzato:

marketing, eventi

  • circa l’80% delle imprese intervistate dichiara di tenere¬†o partecipare a conferenze,
  • il 69% tenere¬†/ frequentare alle fiere,
  • e il 55% partecipa ai webinar.

Altri tipi di eventi sono gli eventi partner (44% coinvolti), gli eventi aziendali (39%), e gli incontri di gruppo fra¬†utenti (29%). (altro…)

Ultimamente sono alla ricerca di numeri legati al marketing B2B, e a tal proposito ho trovato una relazione basata sui dati di un sondaggio fatto a 135 professionisti di marketing, vendite e servizi business che lavorano in aziende di varie dimensioni (il 16% lavora in imprese; il 30% in aziende di medie dimensioni, il 54%, in aziende con meno di 50 dipendenti) riguardati la tecnologia del marketing.
marketingando, marketing b2bIniziamo quindi a vedere da un punto di vista di budget come come si orientano nel prossimo futuro.

Per quasi due terzi (65%) delle aziende B2B si prevede un aumento del budget legato alla tecnologia di marketing. Di questi:

  • il 46% dice che aumenter√† leggermente nel prossimo futuro
  • il 19% si aspetta un aumento significativo
  • il 29% non si aspetta alcun cambiamento
  • e il 6% prevede una diminuzione.

(altro…)

Molte organizzazioni di marketing si stanno orientando sempre pi√Ļ verso un’azienda centrata sul cliente anzich√© sul prodotto.

Per avere un impatto sulla acquisizione, il mantenimento e la crescita, sar√† quindi necessario avere¬†una¬†strategia di marketing che abbia¬†un impatto sul “viaggio di acquisto” del cliente e sull’esperienza.

Bisogner√†¬†raccogliere gli¬†input del cliente, e condurre ricerche per aiutarci a scegliere le strategie pi√Ļ opportune. Questo processo richiede tempo e risorse, ma una volta completato si sar√† in grado di individuare le tendenze e le esigenze dei clienti, e potremo anche sapere¬†informazioni come¬†competitiva, punti di forza, opportunit√†, debolezze e minacce.

Lo scopo di questo lavoro è quello di dipingere un quadro convincente di come la nostra azienda sarebbe diversa da quella che è oggi e quali programmi e competenze sono necessarie per attuare le strategie.

Quali sono i passi che vanno affrontati per raggiungere il nostro obiettivo?

Metriche e Change Management

Il processo di gestione delle modifiche richiede spesso ad una societ√† di¬†rivedere la propria piattaforma di posizionamento, strategia di marca, segmentazione della clientela e le priorit√† di targeting, l’integrazione del canale online-offline, pricing, la road map di prodotto, e molti altri articoli.

Le metriche sono una parte fondamentale del processo di gestione del cambiamento. Le persone tendono a gestire ciò che si misura, e tendono ad adottare comportamenti che vengono misurati e premiati.

Una volta selezionate le metriche, √® consigliabile metterle a confronto¬†con¬†i numeri storici di performance poich√©, potrebbe essere necessario sviluppare o acquistare¬†dei nuovi strumenti, processi e sistemi per rendere attuabili le nuove misure.¬† (altro…)

Il business cresce meglio se i nostri clienti sono soddisfatti, allora il nostro compito √® di trasformare quelli “passivi” in clienti attivi.

marketing, marketingando, brandPer far questo dobbiamo analizzare quali sono le caratteristiche che rendono felice il nostro cliente. Una ricerca condotta da¬†Ninja Metrics¬†dimostra che quando l’azienda fornisce un supporto tempestivo e amichevole il cliente √® soddisfatto. Ma il concetto di “tempestivo” pu√≤ essere soggettivo come si vede da questa infografica.

Il 41% degli intervistati si aspetta una risposta entro sei ore. Tuttavia, solo una azienda su tre risponde entro tale lasso di tempo.

Ma, un cliente a cui è stato risolto un problema, condivide la sua soddisfazione count massimo di 6 persone.

In merito alle aziende che non ottemperano a uno sviluppo del business in modo etico e responsabile, pare che possano arrivare a perdere il 90% dei loro potenziali clienti.

Ai clienti piace essere coinvolti dalle aziende. Le aziende che si confrontano con i clienti possono vedere un incremento del 240% delle entrate.

Il 95% dei clienti insoddisfatti non si lamenta, ma questo significa che non diamo la possibilità a loro di cambiare idea.

Leggete l’infografica e troverete spunto per migliorare la vostra posizione.

Come ogni anno si è tenuto il forum di IAB in cui sono stati rilasciati i dati relativi alla pubblicità mobile.

Per convenienza vi allego lo slideshare dei dati e infografiche:

Punti salienti e commenti:

  • La pubblicit√† online vale il 25% del mercato, con predominanza¬†video, social, mobile e programmatic. Gli investimenti arrivano a 2 miliardi di euro.
  • Il segmento Display nel complesso (che comprende le sottocategorie banner, video e social) registra nel 2014 un andamento positivo con un incremento anno su anno del 18,95%, con una crescita del Banner Advertising (a una cifra +8,2%) favorita dal buon andamento di mobile e programmatic advertising, che ne guidano lo sviluppo.
  • Il segmento video cresce del 25% con¬†investimenti pari a 300 milioni di euro mentre il Social vanta un trend di crescita del 70% che porta il valore degli investimenti a 170 milioni.

(altro…)