Posts contrassegnato dai tag ‘linkedin’

Il motivo per cui tutti abbiamo più di una immagine social sta nel fatto che per noi è un biglietto da visita e sono spesso la prima occasione per fare impressione sui nuovi clienti. Le immagini su questi profili sono importanti, in quanto sono la prima cosa che la gente nota, e spesso rappresentano il nostro marchio.

Si dovrebbe sempre cercare di avere le immagini con le dimensioni corrette per ogni network. Perché vi siete accorti che ciascuno ha la sua dimensione vero?

Allora per evitare di adattare malamente un’immagine su più social, mi semplifico il lavoro, fornendovi le dimensioni per ciascun social.

Queste sono le dimensioni ottimali per le immagini del profilo su ogni importante social network:

Facebook: 180 x 180 la foto del profilo e 851 x 315 la Cover

MAREKTINGANDO, SOCIAL

 

 

 

 

(altro…)

Sappiamo le potenzialità di LinkedIn per il business, ma non è sempre facile essere al top.

Allora impariamo da coloro che hanno fatto del tool un boomerang per i loro affari.

State usando LinkedIn per promuovere la vostra attività, bene allora avrete letto i passi suggeriti in precedenza (post).

Ma come gestite gli inviti, siano essi in entrata o uscita?

Guardate cosa suggerisce Gerry Moran nelle slide allegate.

La reputazione passa anche da queste “piccole” attività, non dimenticatelo mai.

 

 

Sempre dallo stesso autore ho trovato questa infografica sul profilo LinkedIn perfetto.

Sappiamo che LinkedIn è un ottimo strumento di lavoro e solo il 50% degli utenti risulta aggiornare il suo profilo.

marketing, marketingando

 

I limiti di scrittura:

  • Headline – 120 caratteri usate delle keywords e scrivete una breve storia di voi.
  • Summary – 2,000  caratteri per scrivere un resume di voi e dei vostri risultati.
  • Experience/Position Title – 100 caratteri per spiegare il vostro titolo, ruolo, o qualcosa di creativo con keywords
  • Experience/Position Description – 2,000 caratteri usate keywords per descrivere il vostro ruolo e i vostri risultati. Fate in modo che sia scorrevole da leggere.
  • Skills & Expertise – 61 caratteri per un max di 50 skills.
  • Status updates – 700 caratteri che potete usare in modo illimitato, ma si suggerisce non più di due aggiornamenti al giorno.
  • Groups – 50 groups è il limite massimo. Sceglieteli bene.
  • Education/Degree – 100 caratteri per spiegare i vostri studi e diplomi.
  • Education/Activities & Societies – 500 caratteri per dare una visione sulla vostra carriera.
  • Education Description – 1,000 caratteri per spiegare cosa avete studiato e quanto sia stato rilevante per la vostra carriera.
  • Additional Info/Interests – 1,000 caratteri per spiegare il vostro background e dimostrare quanto siate “attivi”.
  • Honors & Awards – 1,000 caratteri per mettervi in mostra!

Adesso andrò a verificare il mio :)…che è sempre aggiornato ma si può sempre migliorare.

Conosciamo bene lo strumento di LinkedIn nato come rete di contatti personali che nel tempo si è evoluta.

Oggi si registrano 200 milioni di iscritti pari al 38% in più rispetto al 2011, e linkedin, marketingando un fatturato di 972,3 milioni di dollari pari all’86% in più rispetto all’anno precedente.

E la domanda che sorge spontanea è: ma come fa a fatturare LinkedIn?

Il business si basa sui profili premium, la pubblicità, i servizi di recruiment per le imprese, e un’area delle talent solutions che è cresciuta del 90% nell’ultimo anno. Prendono piede anche nuovi servizi di marketing solutions (+ 68% rispetto al 2011) e le premium subscriptions (+79% rispetto al 2011).

Credete dunque che sia semplicemente un network di persone!?

Per avere qualche dritta su cosa si può fare con LinkedIn, rileggete i post precedenti:

LinkedIn Parte 1

LinkedIn Parte 2

LinkedIn Parte 3

social mediaSono sempre molto attenta alle statistiche che rivelano l’utilizzo dei social media. Negli ultimi anni abbiamo visto nascere e morire diversi strumenti social…ma vediamo quali resistono e in quali paesi.

L’infografica che segue è di social jumpstart e la trovo molto interessante.

Intanto vediamo la crescita dei numeri di persone che usano internet. In Europa è cresciuta di 5 volte.

(altro…)