Posts contrassegnato dai tag ‘google’

Recentemente abbiamo letto le nuove normative del Garante della Privacy  adesso anche Google rientra nella normativa con maggiori tutele per gli utenti che utilizzano i suoi servizi.


Il Garante della privacy ha stabilito che Google non potrà utilizzare i dati a fini di profilazione se non ne avrà prima ottenuto il consenso e dovrà dichiarare esplicitamente di svolgere questa attività a fini commerciali.


Si è conclusa con un provvedimento prescrittivo l’istruttoria avviata lo scorso anno dal Garante italiano a seguito dei cambiamenti apportati dalla società alla propria privacy policy. Si tratta del primo provvedimento in Europa che indica nel concreto le possibili misure che Google deve adottare per assicurare la conformità alla legge. La società ha infatti unificato in un unico documento le diverse regole di gestione dei dati relative alle numerosissime funzionalità offerte – dalla posta elettronica (Gmail), al social network (GooglePlus), alla gestione dei pagamenti on line (Google Wallet), alla diffusione di filmati (YouTube), alle mappe on line (Street View), all’analisi statistica (Google Analytics) – procedendo pertanto all’integrazione e interoperabilità anche dei diversi prodotti e dunque all’incrocio dei dati degli utenti relativi all’utilizzo di più servizi.

Google ha adottato una serie di misure per rendere la propria privacy policy più conforme alle norme. Il Garante ha tuttavia rilevato il permanere di diversi profili critici relativi alla inadeguata informativa agli utenti, alla mancata richiesta di consenso per finalità di profilazione, agli incerti tempi di conservazione dei dati e ha dettato una serie di regole, che si applicano all’insieme dei servizi offerti. 

Google avrà 18 mesi per adeguarsi alle prescrizioni del Garante. In quest’arco temporale, l’Autorità monitorerà l’implementazione delle misure prescritte. La società dovrà infatti sottoporre al Garante, entro il 30 settembre 2014, un protocollo di verifica, che una volta sottoscritto diverrà vincolante, sulla base del quale verranno disciplinati tempi e modalità per l’attività di controllo che l’Autorità svolgerà nei confronti di Mountain View.

Vi invito a leggere il dettaglio delle misure dalla fonte originale 

Non vi è chiaro che cosa sia Google+?…e a che cosa serva? Guardate questo video, oltre ad essere divertente è anche esplicativo.

Sappiate inoltre che Google+ nel 2012 ha superato per numero di iscritti il social network Twitter aggiudicandosi il secondo posto nella classifica mondiale.

Fondamentale per il Seo e non solo…cambierete idea!?

Molto carina, un po’ legata a quella di sabato..ma più attendibile in termini di aggiornamento.

marketing, marketingando

Le 8 community rimangono Facebook (più di 1 miliardo di utilizzatori attivi), Google + (500 milioni),  Twitter (200.000 milioni), You tube, Pinterest (11 milioni) e a seguire le altre…LinkedIn (50 milioni)…

Dati salienti dell’infografica:

– Il 20% delle pagine visitate arriva da Facebook;

– 300.000 milioni di foto postate al giorno su FB;

– 34% dei marketers hanno generato leads su Twitter;

– 80% dei pins su Pinterest viene condiviso;

– 700 video condivisi ogni minuto via You Tube e 54% dei video viene commentato;

– il 90% delle aziende con oltre 100 dipendenti usa i social nel proprio marketing plan.

Trovo questa ricerca molto interessante. L’infografica allegata è di Google e mostra l’atteggiamento dei consumatori di fronte ad uno schermo.

Oggi il 90% dei consumi avviene davanti uno schermo: smartphone, tablet, PC e televisori sono i dispositivi maggiormente utilizzati. Questo comportamento multi-screen sta rapidamente diventando la norma e sarebbe una perdita di profitto non approfittarne.

marketingando

Il 38% delle interazioni quotidiane avviene su uno smartphone.; il 90% dei consumatori utilizza più dispositivi in modo sequenziale e il 67% giunge all’acquisto.

Leggete la ricerca completa cliccando sul link.

 

Di forte attualità la ricerca tra la pubblicità su Facebook e quella di Google.

Riprendo questa infografica che trovo molto interessante direttamente dal sito IAB.

facebook ads vs google, marketingando

WordStream Inc. ha rilasciato una nuova interessante ricerca che mette a confronto il valore della pubblicità su Facebook VS Google Display Network – la parte del business pubblicitario di Google che consente agli inserzionisti di inserire annunci display su siti di Google come YouTube, Gmail e Blogger e oltre 2 milioni di siti Web.

Questa ricerca viene mostrata con una bella infografica che valuta e mette a confronto il business della pubblicità display su Facebook rispetto al Google Display Network e valuta il rendimento degli annunci, i ricavi e la crescita, i formati degli annunci e le opzioni di targeting.

Dallo studio emerge che Facebook e Google hanno entrambi un enorme numero di potenziali utenti, con Facebook che vanta 845 milioni di utenti mensili attivi e Google che possiede il più grande network di display advertising del mondo.  (altro…)

Da sempre parliamo di competitor di Google, il motore di ricerca più utilizzato. Abbiamo visto la nascita di Volunia – Link…ed ora giungono novità sul fronte Google.

Di recente Google ha annunciato la nascita di Knowledge Graph, un nuovo sistema destinato a cambiare il modo in cui usiamo il motore di ricerca. Consiste in un pannello laterale annesso a Google Search che contestualizza quanto richiesto fornendo ulteriori informazioni sull’oggetto della ricerca.

Questo sistema seleziona e mostra contenuti rilevanti per le ricerche effettuate facendo riferimento a circa 500 milioni di diversi soggetti e mette in relazione una rete di 3,5 miliardi tra dati e fatti. Ricorda un po’ la pagina di Wikipedia.

(altro…)