L’utilizzo dei social media tra i retailers.

Pubblicato: 30/10/2012 in social media, statistiche
Tag:, ,

marketingandoL’infografica che vi propongo vuole evidenziare l’utilizzo dei social media da parte di 250 negozi Internet negli Stati Uniti.

La presenza su Facebook, Twitter e YouTube per un rivenditore online è obbligatoria. E lo si può notare dall’infografica allegata. L’attività sui social media sta finalmente diventando essenziale come un numero di telefono. Oltre il 90% dei TOP 250 rivenditori Internet ha almeno un account di brand su questi network. Il 97% dei TOP 250 rivenditori Internet ha una pagina Facebook.

Pinterest e Google+ stanno rapidamente guadagnando mercato. Anche se Google ha lanciato le pagine di brand solo alla fine dell’anno scorso, il 67% dei rivenditori TOP 250 hanno già una pagina. Pinterest gode anche di un analogo livello di adozione, con il 61% dei marchi che hanno aderito al network.

Facebook è il colosso per il numero di fan. A seguire Twitter. Facebook Page ha 935.758 fan, e l’account su Twitter ne conta 57.097. Un solo account – MLB – è riuscito a raggiungere oltre un milione di seguaci su Twitter, mentre 43 marchi hanno più di milioni di fan su Facebook.

Meno successo per YouTube che sembra funzionare in modo diverso rispetto agli altri network. Pur avendo più di 100 milioni di visite, i rivenditori come TigerDirect e Nike hanno solo decine o centinaia di migliaia di iscritti. Di conseguenza, i rivenditori stanno probabilmente utilizzando altri meccanismi.

I marchi orientati al mondo femminile, come quelli in Abbigliamento e Accessori, hanno un buon risultato su Pinterest, mentre i marchi orientati al mondo maschile, come MLB e Sony, godono del massimo ritorno su Google+. Ciò è in linea con la suddivisione demografica del network – e mostra chiaramente come le imprese debbano essere presenti dove sono i loro clienti.

Allora, chi ha il maggior numero di seguaci? Victoria ‘s Secret è il rivenditore più seguito su Facebook, dati i suoi prodotti accattivanti e altamente visivi. Rivenditori mainstream, come Amazon, in genere stanno bene su tutte le reti – anche se la maggior parte di loro ha solo un piccolo seguito su Pinterest e Google+. Così, mentre è difficile competere con Wal-Mart o Victoria Secret nel numero di fan su Facebook, altri network, come Pinterest e Google +, offrono molte opportunità di distinguersi per qualsiasi attività social innovativa, piccola o grande.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...