Le aziende sensibili alle buone cause hanno la meglio.

Pubblicato: 18/06/2013 in social media, statistiche
Tag:,

Secondo un recente studio condotto da Cone Comunicazioni e Echo su oltre 10.000 persone negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Brasile, Germania, Francia, Russia, Cina, India e Giappone, il 91% dei consumatori in tutto il mondo è disposto a cambiare brand se quest’ultimo è associato ad una buona causa – ovviamente a parità di prezzo/qualità.

marketing

Allo stesso modo, il 92% dei consumatori intervistati ha detto che avrebbe acquistato un prodotto con un beneficio sociale o ambientale se ci fosse stata l’opportunità, mentre più di due terzi (67%) ha detto di averlo fatto negli ultimi 12 mesi.

Infine, il 90% delle persone intervistate ha dichiarato che avrebbero boicottato una marca per un comportamento irresponsabile. Non ne sono stupita visto cosa è successo con A&F, e in caso di cattiva reputazione a Patrizia Pepe o Tezenis.

marketingando

Vediamo quali sono state le aspettative dei consumatori verso le imprese:

  • solo il 6% dei consumatori intervistati ha dichiarato che il solo obiettivo di business è quello di fare soldi per gli azionisti.
  • il 91% dice le aziende devono andare oltre gli standard minimi richiesti dalla legge per operare in modo responsabile.
  • il 22% dice che le aziende hanno avuto un significativo impatto positivo sulle questioni sociali e ambientali.
  • il 27% dichiara che i consumatori possono avere un notevole impatto positivo attraverso i loro acquisti

I problemi principali per i consumatori sono risultati essere:

lo sviluppo economico (38%) è il problema più urgente che le aziende devono affrontare, seguito dall’ambiente (19%), dai diritti umani (11%), e dalla povertà / fame (11%).

In merito ai Social Media:

socialmedia-social-echo-2013

  • il 34% dei consumatori intervistati utilizza i social media per condividere informazioni positive sulle aziende e le questioni.
  • il 29% utilizza i social media per saperne di più su organizzazioni e problemi specifici.
  • il 26% utilizza i social media per condividere le informazioni negative.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...