Posts contrassegnato dai tag ‘follower’

follower, fake, marketingRicordate quando avevo accennato al fatto che i fan si possono comprare? link

Si legge sul sito de Il Sole 24 Ore:

«Ieri ho comprato 50mila finti followers su Twitter sul sito seoclercks.com a 20 dollari. Sono passato da 4.000 a 58.000 in pochi giorni…» racconta Marco Camisani Calzolari, docente di comunicazione digitale e linguaggi digitali all’Università Iulm di Milano. Il messaggio, scritto e molto commentato su Facebook, solleva il velo sulla miriade di siti che offre amici virtuali a pagamento. Si possono comprare a blocchi di migliaia, oppure scegliendo un incremento periodico. Dietro però non c’è nemmeno l’utente. «I nomi sono verosimili, combinano quelli disponibili in vari database esistenti» racconta Camisani Calzolari – il mio caso dimostra che il numero di contatti e le relative classifiche da sole non vogliono dire nulla. Sviluppare una community è un compito difficile, con una grande attenzione ai dettagli e al coinvolgimento. Il mercato nero danneggia quello vero».

(altro…)

twitter, esperienziale, marketing, marketingandoLa brevità è la caratteristica che lo distingue. Comunicare un pensiero completo in 140 caratteri o meno non è facile. Come si fa modificare e condensare senza perdere di significato?

Ecco alcuni consigli per essere efficaci.

1. Lavora su una bozza
Confeziona la “prima bozza”, anche un tweeter veterano raramente raggiunge la perfezione sintetica senza qualche raffinatezza.

2. Utilizza i sinonimi
I sinonimi aiutano a ridurre il numero di caratteri senza alterare il significato.  (altro…)

twitter, esperienziale, marketingSappiamo bene i benefici del blogging e della pubblicazione di contenuti utili su base regolare. Questo ci permette di diventare leader di pensiero, e utilizzare bene le parole chiave di ricerca che ci portano più traffico verso il sito, e che generano più contatti. Un classico esempio di marketing inbound.

Ma come fare lo stesso sui social media, e su Twitter?

Come si fa ad ottenere più seguaci per diffondere il messaggio al maggior numero di persone?

Non esistono trucchi ma solo impegno. Ecco cosa si può fare su Twitter (in outbound):

  • Connettiti e ascolta i tuoi clienti e prospect.
  • Ottieni nuove idee per i post sul blog, prodotti / servizi…
  • Aiuta gli altri, e rispondi alle loro domande.
  • Promuovi materiale di altri / prodotti.
  • Dai credito agli altri.
  • Fai diventare il tuo account Twitter come un must da seguire nel settore.
  • Promuovi i tuoi prodotti / servizi. (Ma promuovi gli altri suggerimenti continuamente, almeno l’80% del tempo.)

(altro…)

twitter, esperienziale, marketingCi manca solo più uno step ma fare: diventare un must da seguire nel nostro settore.

Come procedere?

Monitorando quello che viene detto, coinvolgendo, re-tweettando, e seguendo gli altri, si inizierà a guadagnare seguaci. Ci vuole pazienza e impegno. Utilizza Twitter per comunicare cose appassionanti sulla tua attività e per aiutare veramente gli altri, ed i frutti cominceranno ad arrivare. Inizieranno anche a promuovere i tuoi servizi al posto tuo.

Un grosso errore che le aziende continuano a fare è utilizzare Twitter come un altro canale di marketing outbound facendo solo e unicamente del “push” di messaggi.

Vedi caso L’Oreal, che ha compreso la necessità di partecipare a social media, ma invece di fare questo, ha creato un blog falso, lodando i propri prodotti. E’ stato un disastro.

Come si guadagna seguaci su Twitter: usa l’opportunità di raggiungere gli altri saggiamente e autenticamente, inviando articoli rilevanti, recensioni, e utilizza la regola 80/20: promuovi i tuoi servizi ad un livello che è meno del 20% della partecipazione complessiva.

Buona fortuna, e condividi le tue storie di successo con gli altri!

twitter, esperienziale, marketing

Abbiamo effettuato la ricerca di Twitter per connetterci “in prospettiva”.

Ora passiamo a come utilizzare la ricerca di Twitter per trovare idee e contenuti per il blog .

Partiamo dalla precedente analisi: tennis? -Http vicino:”Torino” entro:15 km.

Elimina “vicino” e “dentro” dalla ricerca, e otterrai un elenco molto più ricco di tweets. Ti servirà per saperne ciò che le persone chiedono e che tipo di informazioni cercano. Prendi nota, ed esegui una delle seguenti operazioni:

  • Rispondi con un tweet o due (se è abbastanza breve), e apri la conversazione.
  • Invia link ad articoli utili (se possibile scritti da qualcun’altro).
  • Invia link al tuo blog.

Se al momento non hai nessun post sul blog inerente alle domande, verifica se l’argomento è popolare o è importante per la tua attività, scrivi un nuovo post e utilizza le migliori parole chiave per attrarre più traffico! La prossima volta che qualcuno farà una domanda inerente l’argomento, saprai dove indirizzarli.

Nel prossimo post vedremo come diventare la miglior risorsa per l’industria locale attraverso le liste di Twitter.

twitter, esperienziale, marketing

Ora che sappiamo cosa si può fare su Twitter vediamo come ottenere dei follower.

Se sei un nuovo utente di Twitter e non hai ancora ottenuto dei follower, è possibile seguire alcuni consigli per iniziare a diventare un “must da seguire” in futuro. Ad esempio:

1. Utilizza la ricerca di Twitter per connetterti “in prospettiva”

Ti sei mai chiesto con quante persone puoi parlare dei tuoi servizi ogni giorno su Twitter? Di che cosa stanno esattamente parlando, o domandando? Trovare la risposta è facile: basta usare la ricerca di Twitter.

Vai su http://twitter.com/search, e utilizza i seguenti operatori di ricerca avanzata: (altro…)

twitter, esperienziale, marketingSappiamo bene i benefici del blogging e della pubblicazione di contenuti utili su base regolare. Questo ci permette di diventare leader di pensiero, e utilizzare bene le parole chiave di ricerca che ci portano più traffico verso il sito, e che generano più contatti. Un classico esempio di marketing inbound.

Ma come fare lo stesso sui social media, e su Twitter?

Come si fa ad ottenere più seguaci per diffondere il messaggio al maggior numero di persone?

Non esistono trucchi ma solo impegno. Ecco cosa si può fare su Twitter (in outbound): (altro…)