Tra i mezzi di advertising, quale ha la meglio? Ce lo svela IAB.

Pubblicato: 27/11/2014 in statistiche
Tag:, ,

Come ogni anno si è tenuto il forum di IAB in cui sono stati rilasciati i dati relativi alla pubblicità mobile.

Per convenienza vi allego lo slideshare dei dati e infografiche:

Punti salienti e commenti:

  • La pubblicità online vale il 25% del mercato, con predominanza video, social, mobile e programmatic. Gli investimenti arrivano a 2 miliardi di euro.
  • Il segmento Display nel complesso (che comprende le sottocategorie banner, video e social) registra nel 2014 un andamento positivo con un incremento anno su anno del 18,95%, con una crescita del Banner Advertising (a una cifra +8,2%) favorita dal buon andamento di mobile e programmatic advertising, che ne guidano lo sviluppo.
  • Il segmento video cresce del 25% con investimenti pari a 300 milioni di euro mentre il Social vanta un trend di crescita del 70% che porta il valore degli investimenti a 170 milioni.

  • La pubblicità su smartphone e tablet registra una crescita del +50%, raggiungendo a fine anno i 290 milioni pari al 14,5% dell’Internet Advertising.

Dai valori è sempre più confermato che Internet sia il secondo media pubblicitario dopo la televisione, e agenzie.

Questo avvalora il fatto che sia sempre più necessaria la formazione e lo sviluppo delle competenze all’interno delle agenzie e delle aziende, e data la componente tecnologica fondamentale l’ attività di pianificazione. Inoltre, questo nuovo mezzo permette una maggiore flessibilità in termini di targetizzazioni specifiche sia dal punto di vista socio‐demografico che della geolocalizzazione così come sula base delle preferenze dei consumatori.

Infine, in un’ottica di pianificazione cross‐device: il video online rende fruibile ovunque il tradizionale attaccamento al mezzo televisivo senza per questo sostituirlo, gli smartphone e i tablet sono ormai il secondo schermo dopo la tv e addirittura davanti al pc, il social aiuta la condivisione real time dei contenuti. Nel panorama europeo l’Italia punta nel 2014 a posizionarsi al quarto posto dopo UK, Germania e Francia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...