Contenuti di qualità invece che scorciatoie SEO.

Pubblicato: 27/12/2011 in reputazione, social media
Tag:, , ,

marketingandoGoogle è sempre in fermento, ma questa volta rivela una notizia sconcertante per gli amanti del SEO, che con l’avvento del nuovo algoritmo Panda e delle nuove regole impostate da Google, non hanno vita facile.

Per mantenere un alto servizio, credibilità e reputazione, Google cambia spesso le regole che permettono ai siti di accaparrarsi le prime posizioni all’interno del motore di ricerca, e questo per incentivare a una maggior qualità dei contenuti.

Forse non siete al corrente delle risorse umane che si muovono dietro la parola SEO e Black SEO, ossia gli hacker del Seo, quelli che ne fanno un uso maligno per sviare l’algoritmo.

Il responsabile del “Team Antispam”, Matt Cutts, ha recentemente rilasciato un’intervista sulle pratiche SEO dichiarando che Google punta sulla qualità intrinseca del contenuto e non su come è realizzato il codice HTML che lo contiene.

Google sta dunque lavorando affinchè anche senza SEO il contenuto emerga dando la priorità assoluta allo scrivere ottimi contenuti, accessibili, interessanti, con buoni titoli. Una ennesima affermazione del concetto “Content is King”.

Per vedere l’intervista a Matt Cutts di Google, clicca quì.

Quindi, pensate bene al vostro blog o sito, forse merita investire più tempo e soldi per produrre ottimi contenuti…..che rapide scorciatoie…

Web Analytics

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...