Ma cosa voleva dire quel video?

Pubblicato: 21/03/2011 in e-commerce, esperienza, reputazione, social media
Tag:, , ,

Quante volte vi è capitato di vedere un video (pubblicitario o divulgativo) e di non ricordarvi la marca o il prodotto!?! Vi ricordate solo il jingle?!..magari la modella!?!….e vi ha dato emozione!?

A me succede spesso…e non solo perchè sono distratta, ma perchè non sono state seguite alcune regole fondamentali per fare del mezzo comunicativo un vero tramite tra il produttore e il consumatore.

I video sono un potente mezzo di comunicazione: è immediato e di facile diffusione – pensiamo a You Tube.

Ma anche per i video bisogna ricordarsi di tener d’occhio il contenuto e, per avere successo, dovrà avere alcune caratteristiche:

  • Coinvolgere – Oltre ad essere informativo, si consiglia di far leva sull’umorismo per renderlo piacevole.
  • Memorabile – Se lo spettatore non lo ricorda, non abbiamo fatto breccia sul nostro target.
  • On-brand – Deve richiamare la marca del prodotto e i messaggi di marketing legati al brand. (magari concludersi con l’indicazione di un URL che lo spettatore può utilizzare per avere maggiori informazioni sul prodotto)

Per essere efficace al raggiungimento dei tre punti, è necessario conoscere il pubblico di riferimento ed utilizzare lo stile più appropriato in base al target scelto. Pensiamo alla differenza tra un video per il mercato B2C rispetto al B2B, al quale sarebbe sufficiente una breve demo informativa. Tuttavia, anche per i prodotti B2B ci si deve impegnare per trovare i concetti più accattivanti affinché il video risulti breve ma incisivo; e non si esclude l’umorismo per lasciare un’impressione memorabile anche sui prodotti B2B.

Qual è il video che maggiormente ha colpito la vostra attenzione? Che caratteristiche aveva?

A me vengono in mente questi 2 esempi…..che sono di qualche anno fa…

Nel 2004 Telecom Italia ha scelto Gandhi come “testimonial”. Il video in bianco e nero mostra il leader della politica della non violenza che si rivolge al mondo utilizzando tutti i mezzi di comunicazione di massa.  Il messaggio di Telecom: “Se avesse potuto comunicare così oggi che mondo sarebbe?”, mi fa pensare al fatto che la Comunicazione ci rende vivi…

Nello spot del 2007 di Fiat per il lancio della Nuova 500 non si vede il prodotto fino alla fine del video. E’ stata creata un’attesa per tutta la durata facendo scorrere messaggi ed immagini, a volte contrapposti, per rafforzare il concetto di identità, di gruppo, di storia ed anche di orgoglio: un orgoglio nell’identità di essere italiani.

E voi, li ricordavate?


Web Analytics
Clicky

Annunci
commenti
  1. […] Il potere della comunicazione passa spesso nei video di aziende che promuovo la comunicazione. Ne avevamo visto uno un po’ di tempo fa (link). […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...