Facebook e i marchi di lusso: BMW, Clinique e Audi le migliori.

Pubblicato: 15/07/2011 in customer satisfaction, e-commerce, esperienza, social media
Tag:, , , , , , , ,

Vi riporto i dati che considero interessanti di una ricerca fatta dalla L2 Prestige 100 Index Facebook IQ, condotta nel primo trimestre del 2011.

L’indice valuta e classifica gli sforzi effettuati su Facebook dai marchi di prestigio in merito a: dimensione e crescita, impegno, programmazione e integrazione.

Ad ogni marchio è stato segnato un punteggio su oltre 200 dati qualitativi e quantitativi, e a ciascuno è stato assegnato un ranking di Facebook QI: genio, talento, nella media, sfidato, o debole.

BMW, Clinique, e Audi hanno raggiunto i primi tre posti tra un elenco di 100 marchi di lusso di primo piano per operazioni di marketing fatte su Facebook. Questo quanto appreso dal neo lanciato L2 Prestige 100, indice Facebook IQ, che classifica l’attitudine Facebook dei marchi di lusso.

L’indice valuta i marchi di lusso di cinque categorie di prodotti (auto, bellezza/cura della pelle, moda, orologi/gioielli, e alcolici/champagne), e li classifica secondo quattro criteri chiave:

  • Dimensioni, la crescita e la velocità della comunità di Facebook.
  • Engagement (reazione dei fan e interazione).
  • Programmazione (contenuto, reattività, e creatività).
  • Integrazione del marchio su Facebook con le altre piattaforme digitali.

I brand relativi al settore auto e bellezza guidano la classifica generale Prestige 100, comprendente i primi 7 punti dei top 15 (vedi tabella), registrando il più alto quoziente d’intelligenza medio di tutti e quattro i criteri.

Il settore dell’orologeria e della gioielleria, che hanno avvicinato il digitale con riluttanza – secondo il rapporto – hanno registrato il più basso punteggio QI medio di Facebook.

Qui di seguito, i risultati supplementari dallo studio Facebook IQ scritto da Scott Galloway, professore clinico di marketing presso la New York University e fondatore di L2, in collaborazione con Buddy Media.

I “wall post” relativi ai prodotti che generano un più alto livello di interazione

Lo studio ha inoltre analizzato quali tipi di messaggi relativi ai brand generano la maggior parte dei “like” su Facebook.

I wall post dei prodotti ottengono il più alto tasso di interazione, con una media del 0,21% della comunità “di likers” o che hanno commentato tali post – seguiti da messaggi sull’azienda(0,15%), domande (0,14%), ed eventi speciali (0,13%).

I wall post relativi a concorsi e promozioni registrano il più basso tasso di interazione, in media, 0,07% e 0,08% rispettivamente.

marchi più attivi

I brand più attivi tra i 100 marchi Prestige, chi si sono distinti con il più alto numero medio di post a settimana nel mese di aprile 2011, sono stati i brand di moda: Oscar de la Renta (43), Dolce & Gabbana (35), Dianevon Furstenberg (30), Bobbi Brown (25), e Benefit (24).

Tra le marche meno attive, Patek Philippe, De Beers, Rolex, Moet & Chandon, Glenfiddich, Dom Perignon, Prada e Balenciaga, cinque report di outsourcing del marketing su Facebook.

I marchi più reattivi

La classifica dei 10 più reattivi tra i 100 marchi Prestige, ossia che più frequentemente rispondono ai messaggi dei fan, è stata dominata e guidata dalla categoria bellezza e la cura della pelle, tra cui L’Occitane, che hanno risposto al 66% dei messaggi dei fan settimanali dal 12 marzo al 12 maggio 2011.

Secondo classificato Kiehl’s che ha risposto al 52% dei messaggi dei fan durante il periodo.

brand, marketing, social, facebook

L’integrazione con altre piattaforme

Gli sforzi di integrazione dei 100 marchi Prestige
su Facebook con le altre piattaforme digitali:

  • 56% permettono agli utenti di condividere contenuti, grazie all’integrazione dell’API.
  • Il 48% forniscono un collegamento permanente a Facebook dai loro siti.
  • 29% incorpora un grafico aperto di Facebook “i like” con tecnologia API.

Altri risultati chiave tra i 100 marchi più prestigiosi:

  • Il 20% non permette ai fan di postare sulle loro bacheche, in media, tali marchi registrano punteggi QI di 82, rispetto al punteggio di 107 per le marche che lo consentono.
  • Il 40% sono marchi “geolocalizzati”, quelli che gestiscono pagine regionali per mercati locali e / o localmente mirati, mentre il 60% punta su una pagina Facebook a livello mondiale.
  • Nessuno dei 100 Prestige si dedica ora al commercio su Facebook.
Interessanti….e fanno riflettere.

Web Analytics

Clicky

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...